[MAI TERMINATA] alla ricerca delle pietre musicali...

Moderatori: Nonno-vor, mastermax, Saphira23, Daenerys, Wyarda, oromiscanneto, AnnaxD, Arya18, SkulblakaNuanen, blitz

Re: alla ricerca delle pietre musicali...

da erica300 » 9 ottobre 2013, 18:53

wow carino io propongo Dafhne oppure Galadriel (se vi piacciono...) :-P ;)
Avatar utente
Amico dei Draghi
Amico dei Draghi
 
Messaggi: 182
Iscritto il: 12 maggio 2013, 23:00
Località: al campo mezzosangue
Sesso: Femmina

Re: alla ricerca delle pietre musicali...

da marceline » 9 ottobre 2013, 20:39

erica300 ha scritto:wow carino io propongo Dafhne oppure Galadriel (se vi piacciono...) :-P ;)

Galadriel mi piace... :) grz!
l'infanzia non va dalla nascita a una certa età (quell'età in cui il bambino è cresciuto e mette da parte le cose infantili).
L'infanzia è il regno in cui nessuno muore.
Avatar utente
Argetlam
Argetlam
 
Messaggi: 336
Iscritto il: 3 giugno 2013, 23:00
Località: distretto 12 <3
Sesso: Femmina

Re: alla ricerca delle pietre musicali...

da erica300 » 10 ottobre 2013, 18:24

marceline ha scritto:
erica300 ha scritto:wow carino io propongo Dafhne oppure Galadriel (se vi piacciono...) :-P ;)

Galadriel mi piace... :) grz!

di niente :P
Avatar utente
Amico dei Draghi
Amico dei Draghi
 
Messaggi: 182
Iscritto il: 12 maggio 2013, 23:00
Località: al campo mezzosangue
Sesso: Femmina

Re: alla ricerca delle pietre musicali...

da marceline » 14 ottobre 2013, 13:12

alla fine ho chiamato la regina Claryon e la fata k le addesra Galadriel
l'infanzia non va dalla nascita a una certa età (quell'età in cui il bambino è cresciuto e mette da parte le cose infantili).
L'infanzia è il regno in cui nessuno muore.
Avatar utente
Argetlam
Argetlam
 
Messaggi: 336
Iscritto il: 3 giugno 2013, 23:00
Località: distretto 12 <3
Sesso: Femmina

RE: alla ricerca delle pietre musicali...

da RunadiDrago » 20 dicembre 2013, 21:43

siamo tornate !!!

<<salve!>> dalla porta della sala del palazzo entrò un'elfa che salutò le ragazze agitando la mano <<sono Galadriel , vi addestrerò io>>
<<ehm, salve>> risposero le ragazze
<<come vi ha detto la regina gli addestramenti cominceranno domani, e visto che oggi non avete nulla de fare potete visitare Ytif>>
<< oh, certo>> disse Iris sorridendo
<<d'accordo, allora ci vediamo domani nella piazza la mattina presto, e venite ben sveglie>>
<<ok>>
<<bene potete andare>>.
i quattro ragazzi camminarono fino alla piazza di Ytif. La piazza di yitif era bellissima ; tuttavia non si poteva definire una piazza bensì un lunghissimo rettilinio dai mille colori creati dalle tante bancarelle e dalle tante luci che illuminaavano i negozi ai lati della via essa era invasa da un caldo profumo di pane appena sfornato - ohh che buon odore - iris e melody si porsero in avanti per odorarlo meglio . -non è fantastico?- rispose gale con gli occhi che brillavano - è sua madre che fa il pane- si affrettò a chiarire Diesis - Veramente?! Voglio assaggiarlo !!- Prima che gale potesse dire qualcosa Iris lo stava già tirando verso la panetteria
appena c'è tempo continuiamo
fred:
'' il punto è, gente, non cullatevi in un falso senso di sicurezza, solo perchè pensate che sia fuori dal nostro paese. forse lo è, forse no, ma resta il fatto che se vuole è in grado di spostarsi più in fretta di severus piton davanti a un flacone
Avatar utente
Apprendista Cavaliere
Apprendista Cavaliere
 
Messaggi: 394
Iscritto il: 23 luglio 2013, 23:00
Località: ovunque purchè stia con murtagh
Sesso: Femmina

RE: alla ricerca delle pietre musicali...

da RunadiDrago » 21 dicembre 2013, 21:24

<<iris! non credo che sia il caso di disturbare mia madre mentre è al lavor..>>
<<ti prego! sarà felicissima di vederti!>> lo interruppe iris
La panetteria era un delizioso negozietto con un'insegna itagliata a fiori, e alle vetrine e rano esposti dolciumi di ogni tipo: fragolotti, dei dolci rotondi cosparsi di una profumata glassa rossa; biscotti alla vanoglia con delle elaborate decorazioni floreali fatte con la glassa; delle torte colorate cosparse di frutti di bosco.... entrati il negozio era ancora più bello, le pareti erano tutte colorate e nel negozio troneggiava un bancone di legno intagliato...e dietro il bancone c'era una donna con un vassoio di pane fumante che fissava le ragazze divertita <<Gale! Diesis! perchè non mi presentate le vostre due amiche?>>
Diesis era diventato paonazzo mentre Gale con un colpo di tosse cercava di camuffare una risata <<ehm si mamma, allora loro sono Iris e Melody>> disse mentre le ragazze salutavano la donna agitando la mano
<<bhe piacere, io sono Vaniglia la madre di Gale, immagino che ci sia un motivo per cui voi siate venuti qui giusto?>>
<<si, le ragazze sono state attirate da questo splendido odore e Iris voleva assaggiare il pane>>
<<in questo caso...>>Vaniglia prese una pagnottina in due e porse i pezzi alle ragazze <<.. ecco, spero vi piaccia>> le ragazze lo assaggiarono, non aveva esattamente il sapore del pane ma era un po' più speziato e si sentiva il sapore della cannella, non avevano mai visto del pane con la cannella, però nonostante tutto aveva un sapore deizioso.
<< é.. e buonissimo!>> esclamò melody
<<si, ha un sapore delizioso>> concordò iris
<<sono felice che vi piaccia, potete tornare quando volete, ogni giorno c'è qualcosa di diverso>>
<<certo!>> risposero in coro le amiche
<<sisi certo ma ora dobbiamo andare, si è fatto tardi..ciao mamma!>> disse gale spingendo le ragazze fuori dal negozio
<<arrivederci!>>
<<oh gale, stavo per morire dalle risate lì dentro!>> disse Diesis ancora ridendo
<<ah-ah molto divertente>> Gale che era diventato totalmente rosso in viso ora guardava torvo Diesis
<<andiamo, tua madre è stata gentilissima>> disse iris fissando gale che nel frattempo si era coperto la faccia con le mani anche se ora anche lui stava ridendo
<<ok basta farneticare ci sono ancora molti posti che dobbiamo mostrarvi per esempio..>>
<<lì c'è un negozio di musica!>> esclamò iris mente indicava una piccola bottega alle cui vetrine erano esposti degli splendidi strumenti, arpe, flauti violini... e dentro si intravedeva un fantastico pianoforte a coda <<dai andiamo!>>
Ultima modifica di RunadiDrago il 27 dicembre 2013, 11:29, modificato 1 volta in totale.
fred:
'' il punto è, gente, non cullatevi in un falso senso di sicurezza, solo perchè pensate che sia fuori dal nostro paese. forse lo è, forse no, ma resta il fatto che se vuole è in grado di spostarsi più in fretta di severus piton davanti a un flacone
Avatar utente
Apprendista Cavaliere
Apprendista Cavaliere
 
Messaggi: 394
Iscritto il: 23 luglio 2013, 23:00
Località: ovunque purchè stia con murtagh
Sesso: Femmina

Re: alla ricerca delle pietre musicali...

da marceline » 22 dicembre 2013, 16:21

isa forse in quel pezzo dovevo descrivere anche la madre di gale.. ops xD
l'infanzia non va dalla nascita a una certa età (quell'età in cui il bambino è cresciuto e mette da parte le cose infantili).
L'infanzia è il regno in cui nessuno muore.
Avatar utente
Argetlam
Argetlam
 
Messaggi: 336
Iscritto il: 3 giugno 2013, 23:00
Località: distretto 12 <3
Sesso: Femmina

Re: alla ricerca delle pietre musicali...

da elysasvit-kona » 22 dicembre 2013, 19:46

continuate ;)
Immagine

Immagine
Avatar utente
Amico dei Draghi
Amico dei Draghi
 
Messaggi: 121
Iscritto il: 18 settembre 2013, 23:00
Località: Ellesmera
Sesso: Femmina

Re: alla ricerca delle pietre musicali...

da RunadiDrago » 24 dicembre 2013, 9:08

elysasvit-kona ha scritto:continuate ;)



=D certamente
fred:
'' il punto è, gente, non cullatevi in un falso senso di sicurezza, solo perchè pensate che sia fuori dal nostro paese. forse lo è, forse no, ma resta il fatto che se vuole è in grado di spostarsi più in fretta di severus piton davanti a un flacone
Avatar utente
Apprendista Cavaliere
Apprendista Cavaliere
 
Messaggi: 394
Iscritto il: 23 luglio 2013, 23:00
Località: ovunque purchè stia con murtagh
Sesso: Femmina

RE: alla ricerca delle pietre musicali...

da smeraldina96 » 27 dicembre 2013, 10:42

bravi, continuate viene fuori una bella storia!
Immagine[http://i43.tinypic.com/2hyj52x.jpg[/img][/url]
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1855
Iscritto il: 13 giugno 2012, 23:00
Località: Rupe di Tel'naeir
Sesso: Femmina

Re: RE: alla ricerca delle pietre musicali...

da erica300 » 28 dicembre 2013, 9:48

smeraldina96 ha scritto:bravi, continuate viene fuori una bella storia!


concordo
Avatar utente
Amico dei Draghi
Amico dei Draghi
 
Messaggi: 182
Iscritto il: 12 maggio 2013, 23:00
Località: al campo mezzosangue
Sesso: Femmina

RE: alla ricerca delle pietre musicali...

da marceline » 19 gennaio 2014, 11:25

ecco un nuovo capitolooo, non scrivo qualcosa da parecchio, comunque spero vi piaccia ;)

Melody decise di alzarsi dopo essersi girata e rigirata nel letto non riuscendo a dormire, dopo aver finito il giro di Ytif le ragazze erano tornate a casa. Melody stava girovagando per il bosco quando senti una lieve musica provenire dal profondo della foresta. "non è possibile" pensò " che qualcuno si metta a suonare a quest'ora e perdipiù nella foresta" però quella musica l'attirava, erano note dolci e melodiose. Senza volerlo la ragazza si ritrovò a seguire quella bella melodia fino ad arrivare ad una piccola radura contornata da fiori e alberelli, la radura si affacciava su un laghetto su cui si rifletteva la luce della luna e su cui galleggiavano dei fiori celesti che emanavano un tenue bagliore e proprio accanto al lago c'era Diesis, era appoggiato su un'abero che si affacciava sul lago, e aveva la testa posata su un violino su cui muoveva espertamente l'archetto. la luce della luna faceva sembrare i sui capelli argentei e i fiori azzurri semravano giocare con le ombre del suo viso, aveva gli occhi chiusi e sembrava del tutto assorto nella musica. Melody per non farsi vedere si nascose dietro un albero ma muovendosi schiacciò un rametto secco e diesis aprì di scatto gli occhi smettendo di suonare <<chi c'è?>> disse mentre si muoveva verso l'albero da cui proveniva il rumore. la ragazza si appiattì contro il tronco sperando di non farsi vedere ma in poco tempo si ritrovò Diesis davanti che la fissava <<oh ancora tu!? ti prego dammi un po di tregua! sono stato tutto il giorno con te e iris e almeno la notte vorrei stare un po' da solo!>>
<<io ehm.. non riuscivo a dormire e sono venuta nel bosco e metre camminavo ti ho sentito suonare e....>>
<<beh neanche io riuscivo a dormire e quindi ho deciso di suonare un po' però a casa non posso perchè sveglierei Gale e quindi vengo molto spesso qui>>
<<é fantastico questo posto! è tranquillissimo e guarda quei fiori... immagino che tu e Gale veniate spesso qui>> gli disse melody guardandosi intorno
<< ehm no, Gale neanche lo conosce questo posto, l'ho scoperto per caso qualche anno fa e a gale non l' ho detto>>
<<oh... comunque qui è bellissimo, io non sapevo che suonassi il violino!>>
<<qui tutti suonano, è il regno della musica!>> le rispose accompagnando l'esclamazione con un ampio gesto delle braccia per indicare le cose attorno a lui.
<<ah si giusto.. e che non mi sono ancora abitutata a stare qui, è tutto così strano... e mi manca la mia famiglia...e poi immagino che si staranno chiedendo dove sono finita, manco a casa da quasi una settimana..>> Melody si era portata le gambe al petto e aveva affondato la testa nelle ginocchia per soffocare i singhiozzi che nel suo caso venivano spesso seguiti da un pianto
<<ehm, non preoccuparti, sono sicuro che presto potrai tornare a casa, dopo che avremo sconfitto Stonator...>> il suo tono di voce suonava incerto, non sapeva come rassicurarla, però sapeva come ci si sentiva visto che i suoi genitori erano morti quando lui era piccolo, voleva dirle che almeno lei sapeva che i suoi genitori erano al sicuro, ma come melody alzò la testa per guardarlo il suo bel discorso andò in fumo e si limitò ad abbracciarla e a sussurarle parole come "tranquilla", "stanno bene", "presto sarà tutto finito".
Melody si asciugò le lacrime che le rigavano il viso con la manica della maglia, sia lei che iris si erano rifiutate categoricamente di indossare le gonnelline corte che si vedevano indosso alla maggior parte delle elfe che giravano per le strade di Ytif e avevano convinto Galadriel a farle indossare i soliti jeans e le magliette. Si rannicchiò tra le braccia di Diesis e iniziò a pensare cosa sarabbe potuto succedere se non avessero sconfitto Stonator, a cosa sarebbe successo a quel punto... scacciò quel pensiero e cercò di visualizzare casa sua, il giardino dove lei e Iris andavano sempre, la scuola, la sua famiglia il profumo delle torte alla cannella e i visi delle persone che gli erano più care e pian piano scivolò nei sogni. Nel sogno era nel giardinetto vicino alla scuola e stava annusando le roselline appena sbocciate, accanto a lei c'era iris che invece coglieva alcuni fiorellini colorati, il giardino era stupendo e pieno di colori, però al di fuori di quello la città era grigia e semidistrutta, si distinguevano tutti i palazzi, o almeno quello che restava dei palazzi, e ai margini della città si scorgevano numerosi incendi, sulla strada c'era una figura incappucciata che avanzava verso di loro, il suo viso non si vedeva, l'unica cosa che si notava dell'uomo erano due occhi neri, ma non era il colore a sconvolgere tanto le ragazze, ma piuttosto il fatto che in quelgli occhi non si scorgeva la scintilla vitale, il luccichio che di solito vi era nelle persone normali, quelli erano occhi spenti, e il loro sguado seguiva ogni movimento delle due amiche. Ormai la figura stava per raggiungerle, aveva una mano tesa verso di loro e.... Melody si svegliò di soprassalto sull'erbetta morbida, ma non trovò quegli occhi neri, trovò gli occhi viola-celesti di Diesis che la fissavano preoccupati. Era ancora notte, non doveva aver dormito molto, infatti si sentiva stanchissima, ma non aveva il coraggio di riaddormentarsi.
Diesis era poco più distante da lei e in quel momento le stava andando incontro preoccupato<<Melody? tutto ok? mentre dormivi ti sei agitata moltissimo..>>
<<uhm si, credo.. non preoccupart..>> ma mentre parlava si accasciò a terra e...

Iris stava parlando con Gale perchè svegliandosi non aveva trovato Melody nel letto e si era preoccupata, così aveva pensato di chiedere a lui, stavano discutendo sui vari posti in cui melody sarebbe potuta andare, nella foresta forse, e in quel momento si sentì mancare la terra sotto i piedi e si ritrovò nel giardinetto vicino la scuola, di nuovo.
Come nel primo sogno era con Melody, si tenevano strette per mano e fissavano la figura scura avanzare verso di loro, proprio in quel momento sentirono una voce "voi... voi avete osato sfidare il grande Signore..." forse era nella loro testa perchè la figura non muoveva la bocca "voi... voi pagherete per la vostra insolenza... presto voi pagherete... presto lui non sarà più un ricordo.... presto sarete tutti sconfitti..." la figura incappucciata si bloccò di colpo e svanì...
Melody e Iris si svegliarono una accanto all'altra, erano in una stanza accogliente, con il caminetto acceso e tutta arredata in legno, nelle pareti erano incise delle note musicali e dei pentagrammi. Erano in due letti paralleli addossati alle finestre, da cui entrava un tenue bagliore, era ancora notte.. quasi notte...
<<Melody ma quanto abbiamo dormito ?>>
<< non lo so ma quando ero nel bosco era notte fonda, questo sembra più il tramonto...>>
<<nel bosco?! io e Gale ti abbiamo cercato per tutta la notte! saresti potuta essere in pericolo! per quello che ne sapevo io tu potevi benissimo essere caduta in un burrone!>> la rimproverò Iris assumendo un'espressione imbronciata
<<è che.. non riuscivo a dormire e ho sentito una musica venire dalla foresta... poi mi sono addormentata sull'erbetta... mi ricordo che stavo parlando con Diesis e poi è diventato tutto buio e mi sono svegliata qui>>le rispose Melody mentre si metteva a sedere sul letto
<<io stavo parlando con Gale e poi... ricordo che c'era un uomo incappucciato tra le rovine di Lovegood, stava venendo verso di noi e ci ha detto qualcosa di un certo Signore... forse parlava di Stonator, ha detto che presto tutti saranno sconfitti o qualcosa del genere... non lo ricordo bene>>
<<anche io l'ho sognato, sarà di sicuro Stonator, e poi... ricordi gli occhi di quell'uomo?>> entrambe le ragazze rabbrividirono a quel pensiero << comunque io vado a cercare qualcuno, non possiamo restare tutta la notte qui, ci sarà qualcuno in questa casa che potrà aiutarci>> detto questo melody si alzo per andare alla porta ma appena la aprì andò a sbattere contro Gale e Diesis, Gale andò subito da Iris che nel frattempo si era alzata e si era avvicinata alla finestra <<cosa è successo? perchè ci siamo svegliate qui? e per essere precisi dove siamo?>> chiese Iris
<<tu ti sei accasciata a terra mentre parlavi con me, poco dopo è venuto Diesis con Melody in braccio e vi abbiamo portate in infermeria , abbiamo chiamato Sophie, quì è lei che si occupa di assistere le persone... comunque ha detto che non riesce a capire perchè siete svenute, ha semplicemente detto di aspettare il vostro risveglio>>rispose Gale
<<e ha anche detto che non era niente di preoccupante>> agginse Diesis andandosi a sedere accanto a Melody.
Proprio in quel momento entrò Sophie con le braccia cariche di asciugamani e alcune ampolle e qualcosa che sembrava cioccolato in equilibrio precario su quella pila <<ecco quì>> disse sistemando tuto su un tavolino <<il bagno è lì infondo, potete usare questi per lavarvi>> aggiunse indicando gli asciugamani <<e queste invece sono alcune pozioni tranquillanti, sono ottime,e, voi>> aggiunse rivolta a Gale e Diesis <<sciò, le ragazze devono stare tranquille e riposare>>
dopo che i ragazzi uscirono dalla stanza Sophie raccomandò alle ragazze di mangiare il cioccolato, dicendo che si sarebbero riprese un po', e poi di rimettersi al letto e di non sforzarsi troppo.
Dopo essersi lavate e aver indossato i due pigiami che gli aveva portato Sophie, Melody e Iris si rimisero a letto e in poco tempo entrambe si addormentarono.
Ora si trovavano in una specie di sala da ballo di un palazzo, era tutta decorata con dei vivaci fiori rossi e al centro della sala c'era una statua di cristallo che sembrava muoversi. Intorno a loro c'erano numerose coppie che ballavano, le donne indossavano complicati vestiti con larghe gonne stile 800, mentre gli uomini degli smoking decorati e avevano tutti delle maschere.
Anche le due amiche indossavano abiti simili a quelli delle altre dame, entrambi bianchi, e le basi del vestito rosse, schizzate di sangue. La musica si era bloccata dicolpo e tutti giacevano a terra in una macabra pozza di sangue. Accanto a loro però era rimasta ancora una persona, era una donna con i lunghi capelli neri, indossava una tonaca rossa con delle rifinitute dorate e teneva stretta a se un libro dorato che emanava un tenue bagliore <<siete in pericolo, presto lui tornerà! ha saputo che le guardiane sono state trovate e lui vuole venire a distruggervi, presto la barriera crollerà e saremo tutti in pericolo!>>
l'infanzia non va dalla nascita a una certa età (quell'età in cui il bambino è cresciuto e mette da parte le cose infantili).
L'infanzia è il regno in cui nessuno muore.
Avatar utente
Argetlam
Argetlam
 
Messaggi: 336
Iscritto il: 3 giugno 2013, 23:00
Località: distretto 12 <3
Sesso: Femmina

RE: alla ricerca delle pietre musicali...

da RunadiDrago » 25 gennaio 2014, 21:31


La musica si era bloccata di colpo e tutti giacevano a terra in una macabra pozza di sangue. Accanto a loro però era rimasta ancora una persona, era una donna con i lunghi capelli neri, indossava una tonaca rossa con delle rifinitute dorate e teneva stretta a se un libro dorato che emanava un tenue bagliore <<siete in pericolo, presto lui tornerà! ha saputo che le guardiane sono state trovate e lui vuole venire a distruggervi, presto la barriera crollerà e saremo tutti in pericolo!>>

Meldoy e Iris non sapevano cosa fare ,gli occhi fissi sui corpi delle dame insanguinate ,una scossa le fece cadere a terra ‘’non è una scossa normale ‘’ pensò Meldoy .
Un’altra scossa, più forte della prima
<<Dannazione vi hanno trovate! >>
La donna in rosso si avvicinò frettolosamente alle ragazze . Non fece nemmeno in tempo a raggiungerle che la porta si spalancò ,facendo entrare delle orribili bestie !
Sembravano scimmie ma erano più grandi nere e con una dentatura da squalo . Alla vista di quelle bestie Iris e Melody si abbracciarono e urlarono più forte che potevano ,anche se in quella stanza , di vivi erano rimaste solo loro . Una di quelle creature prese la rincorsa e on un ruggito si lanciò verso le ragazze . La donna in rosso si mosse e con uno scatto fulmino avanzò verso le ragazze
Aprì il libro e portando le mani in alto urlò : << AUDR! ISTALRI!>> Tra lei e i mostri si innalzò una fortissima luce accecante che spinse le ragazze a chiudere gli occhi. Anche se avevano gli occhi chiusi percepirono benissimo quella sensazione di risucchio dall’alto e il vuoto sotto i loro piedi…
fred:
'' il punto è, gente, non cullatevi in un falso senso di sicurezza, solo perchè pensate che sia fuori dal nostro paese. forse lo è, forse no, ma resta il fatto che se vuole è in grado di spostarsi più in fretta di severus piton davanti a un flacone
Avatar utente
Apprendista Cavaliere
Apprendista Cavaliere
 
Messaggi: 394
Iscritto il: 23 luglio 2013, 23:00
Località: ovunque purchè stia con murtagh
Sesso: Femmina

RE: alla ricerca delle pietre musicali...

da RunadiDrago » 30 gennaio 2014, 21:49

quanti commenti........................


Le ragazze si svegliarono ,ma non erano più nell'infermeria .Intorno a loro si estendeva una fitta boscaglia e la luce filtrava attraverso le foglie .Piu avanti su piccolo fuoco stava cuocendo una zuppa . Melody si avvicinò e,prese il mestolo poggiato sul coperchio e ne assaggiò un po
<< E' buonissima! Tieni assaggia >> Melody passo il mestolo a Iris ancora seduta a terra
<<Sono contenta che vi piace >> La voce sorprese le ragazze facendo andare di traverso la zuppa a iris .
<< Vi siete svegliate finalmente !>> La donna si avvicinò abbassando il cappuccio e facendo cadere sul viso le lunghe ciocche nere.Le ragazze erano rimaste a bocca aperta
<< Tranquille ! Non vi mangio mica !>> disse facendo un largo sorriso .
<< Ma...ma noi ti abbiamo sognata! Cioè....non puoi essere veramente qui >> Iris ,che fino al quel momento era rimasta seduta a terra si avvicino all'amica . La donna fece un sorriso ancora più grande e disse:
<<Devo spiegarvi molte cose...innanzitutto mi chiamo Maud ,sono una delle vecchie guardiane>> Melody la interruppe
<< Ma la regina aveva detto che le vecchie guardiane erano morte !>>
<< Io riuscii a scappare prima che Stonator mi uccidesse,però riusci a lanciarmi una maledizione '' Tu non potrai più tornare a Itif e tutti quelli che ami si dimenticheranno di te ''>> recitò triste
<< Ed è per questo che non sono potuta tornare dalla regina ,lei era mia sorella ed era la persona che più amavo al mondo .... >> Le ragazze si scambiarono un'occhiata
<< Non ne sapevamo niente .... >>
<<logico lei si è dimenticata di me... tutti si sono dimenticati di me...ah un'altra cosa .... mentre scappavo sono riuscita a recuperare una pietra...>> Dicendo ciò si tolse la collana che portava al collo e la mostrò alle ragazze .Al centro di essa c'era un pendente .Una pietra esagonale,rossa,con le venature arancioni a forma di spirale .iris toccò la pietra e essa si illuminò come aveva fatto quella del giardino della scuola .
<< Ok...ma ...nel sogno erano tutti morti cos....>> Maud la interruppe
<< Non era un sogno ..... diciamo che vi ho fatto credere di dormire quando invece eravate perfettamente sveglie >> <<emm...wow...>> Melody e Iris non sapevano cosa dire si limitavano a fissare Maud con aria assente '' forse stanno mettendo in ordine gli avvenimenti'' pensò Maud.
<< Forza mangiate ,dovete rimettervi in sesto ! >>
fred:
'' il punto è, gente, non cullatevi in un falso senso di sicurezza, solo perchè pensate che sia fuori dal nostro paese. forse lo è, forse no, ma resta il fatto che se vuole è in grado di spostarsi più in fretta di severus piton davanti a un flacone
Avatar utente
Apprendista Cavaliere
Apprendista Cavaliere
 
Messaggi: 394
Iscritto il: 23 luglio 2013, 23:00
Località: ovunque purchè stia con murtagh
Sesso: Femmina

RE: alla ricerca delle pietre musicali...

da marceline » 10 febbraio 2014, 14:55

<<le troveremo, non possono essere scomparse nel nulla>>disse Diesis
<<e se le hanno rapite quei mostri? e se fossero morte?>>
<<oh Gale, la regina ha detto che sono vive, è riuscita a rintacciarle e stanno venendo qui>>
<< ma dovremmo andare a cercarle, loro neanche sanno dell'esistenza di questa reggia>> Gale si alzò per andare al portone di legno massiccio da cui entrò la regina. Indossava n lungo abito bianco con decori dorati, la gonna aveva un lungo strascico che terminava con una cascata di perle e aveva i capelli intecciati con dei fiori e raccolti sulla nuca <<le ragazze sono sane e salve>> ripetè la regina<<però sento che c'è un altra persona con loro, ho provato con qualche incantesimo per osservarle ma vedo solo loro due...>>Claryon andò a sistemarsi sul trono al centro della sala. erano in una specie di salone, al centro era collocato un grande tavolo di mogano, il pavimento di marmo bianco rifletteva la luce che entrava delle finestre collocate dietro il trono.
<<potremo andare a cercarle>> suggerirono i ragazzi
<<no, sarebbe troppo pericoloso, se uscirete da qui non sarete più protetti, io sto usando tutte le mie energie per lo scudo attorno al castello. e poi le ragazze non sono in pericolo, hanno un incantesimo di protezione molto potente. Non ci resta che aspettare>>

poco più tardi le ragazze si incamminarono verso il bosco, dove era collocata la seconda reggia. Maud le aveva spiegato che proprio nell'eventualità di un attacco era stata costruita una reggia anche nel bosco, come "rifugio" temporaneo
<<ecco, siamo arrivate>>annunciò Maud.
non si vedeva niente nelle vicinanze e le ragazze non capivano a cosa la donna si stesse riferendo
<<la reggia è in quella radura, voi non la vedete perchè c'è uno scudo>>
<<perchè tu la vedi?>> chiesero le due amiche
<<perchè so riconoscere gli incantesimi di mia sorella, riesco a vedervi attraverso...comunque potete attraversaro tranquillamente, lo scudo serve solo a confondere i nemici, loro sarebbero semplicemente catapultati da una parte all'altra senza neanche accorgersene, mente voi che sapete dello scudo potete attraversarlo e vedere il castello>>
<<mmm, quindi è un po come la cascata?>>chies Iris.
Maud sembrò soddisfatta della domanda<<si, più o meno>> rispose sorridendo.
Quando le ragazze oltrepassarono la barriera si trovarono davanto un'enorme reggia incastonata tra gli alberi, formata da i rami e da una materia opaca che sambrava brillare, alla porta vi era una ragazza dai lunghi capelli neri, la pelle diafana e dei brillanti occhi azzurro-violetto, anche se erano entrambi di colore diverso. Sul viso si intravedeva una spruzzata di lentiggini <<eccovi!! siete arrivate finalmente!>> esclamò la ragazza avvicinandosi alle due amiche <<ehm, io sono Shaileene, la sorella di Diesis>> continuò porgendo la mano alle ragazze.A pensarci non somigliava affatto a Diesis, se non per gli occhi, i suoi erano lineamenti molto più delicati, e anche il modo in cui si muoveva...
<<piacere>>risposero in coro le due amiche, stringendo a turno la mano di Shaileene
<<vi accompagno dentro, la regina sarà felice di sapere che siete arrivate>>scortando le ragazze dentro e non dando segni di vedere Maud
<<ma neanche lei la vede?>>sussurrò Melody
<<credo di no...>>rispose Iris
<<certo che no, nessuno può vedermi, non ancora mi spiego perchè voi mi possiate vedere>> disse Maud adattandosi al passo delle ragazze <<forse è legato al fatto che anche voi siete guardiane o quelcosa del genere... resta comunque strano... ora io sono come un fantasma, volendo potrei scomparire anche ai vostri occhi>>dettò ciò Maud si dissolse nell'aria lasciando solo un sussurro "se avete bisogno di me dovete solo chiamare".
Le ragazze sbigottite si stropicciarono gli occhi rimanendo impietrite per un po', ma ripresero il passo dopo essere state richiamate da Shaileene.
Si fermarono davanti ad un enorme portone di cristallo, che si aprì al tocco della ragazza.
<<Shaileene! finalmente! cominciavo a preoccuparmi, dove sei stata?>> chese la regina, apparendo dal nulla
<<sono stata un po' fuori... sono arrivate le guardiane!>>:
Alla sua esclamazione Gale e Diesis alzarono di scatto la testa interrompendo una conversazione che da quello che avevano sentito le ragazze riguardava dei certi folletti
<<Oh, bene! stavamo giusto chiedendoci quando sarebbero arrivate>>
<<ehm, regina Claryon, abbiamo con noi la prima pietra musicale>> disse Iris attirando l'attenzione della regina.
Claryon si precipitò giù dalle scale, facendo svolazzare l'ampio abito, e fermandosi a poca distanza da Melody e Iris <<dov'è?>>
<<eccola>> disse Melody estraendo da una tasca la pietra rossa, che ora emanava un forte bagliore
<<come l'avete avuta?>>
<<oh, ce l'ha data Maud, era una delle vecchie guardiane>>
<<Io non ricordo nessuna Maud, e le ultime guardiane risalgono a più di cento anni fa>>concluse la regina.
"Tutti quelli che ami si dimenticheranno di te" l'ulimo verso risuonò nella testa delle ragazze e subito pensarono a Maud
<<Oh, ehm... e ora cosa dobbiamo fare?>> chiese Iris affrettandosi a cambiare discorso
<<avete trovato la prima pietra, e ne mancano altre sei... questa è la pietra di do>>detto questo sollevò la mano per mostrare la pietra alle ragazze<<immagino che ora la scelta più facile sia cercare quella che vi ha trasportate qui, forse è ancora nella radura...>>iniziò a riflettere Claryon<<dovrete tornare nella radura, vi farò accompagnare da Galadriel, Gale e Diesis, ma prima riposatevi un po' i ragazzi vi faranno vedere le vostre stanze>>.
Mentre le ragazze venivano scortate fuori dalla porta videro Shaileene accomodarsi vicino alla regina e stringere un'oggetto tra le mani e... la porta si chiuse di scatto.
Mentre camminavano i quattro ragazzi cominciarono a chiacchierare
<<Abbiamo conosciuto tua sorella>>disse Melody
<<A dire il vero non vi assomigliate per niente>>continuò Iris
<<Shaileene?oh, lei... non è esattamente come me in effetti... è una mezza fata>> vedendo le espressioni interrogative delle ragazze Diesis si affrettò a spiegare <<nella nostra famiglia "gira" sangue di fata, lei non è proprio come un'elfa e neanche una fata, diciamo che ha entrambi i tipi di sangue>>




nuovo capitolo!
l'infanzia non va dalla nascita a una certa età (quell'età in cui il bambino è cresciuto e mette da parte le cose infantili).
L'infanzia è il regno in cui nessuno muore.
Avatar utente
Argetlam
Argetlam
 
Messaggi: 336
Iscritto il: 3 giugno 2013, 23:00
Località: distretto 12 <3
Sesso: Femmina

PrecedenteProssimo

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron
CHIUDI
CLOSE