[MAI TERMINATA] Nayra- La Figlia del Male

Moderatori: Nonno-vor, mastermax, Saphira23, Daenerys, Wyarda, oromiscanneto, AnnaxD, Arya18, SkulblakaNuanen, blitz

Re: RE: Nayra- La Figlia del Male

da Nayra95 » 27 settembre 2009, 12:45

Wyrda-Seithr ha scritto:oh my gooooooooooooooood!
ciao da una nuova arrivata
Nayra la tua FF è semplicemente incredibile!!! sei bravissima!! mai pensato di farne un libro? l'h letta tutta in un giorno non mi sn potuta staccare!!
koraag lo amo!!! ciao sn impaziente di vedere il seguito!!


Ciao!!!!
Se c'era qualcosa che non mi aspettavo a questoputo della FF era ditrovareuna nuova fan! Ovviamente non si smette mai di imparare.
Grazie Wirda, sono felice che apprezzi la mia storia. :D
E ci scorderemo di quaggiù,
e del mare e del cielo,
e del mio sangue rapido alla guerra.
Di passi di ombre memori
Entro rossori di mattine nuove.

Si sta come d'autunno
sugli alberi
le foglie.
Avatar utente
Cavaliere Spadaccino
Cavaliere Spadaccino
 
Messaggi: 523
Iscritto il: 10 agosto 2009, 23:00
Località: Un luogo lontano, che si confonde tra le sabbie del deserto e i ghiacci del nord.
Sesso: Femmina

Re: RE: Nayra- La Figlia del Male

da Wyrda-Seithr » 27 settembre 2009, 14:51

Nayra95 ha scritto:
Wyrda-Seithr ha scritto:oh my gooooooooooooooood!
ciao da una nuova arrivata
Nayra la tua FF è semplicemente incredibile!!! sei bravissima!! mai pensato di farne un libro? l'h letta tutta in un giorno non mi sn potuta staccare!!
koraag lo amo!!! ciao sn impaziente di vedere il seguito!!


Ciao!!!!
Se c'era qualcosa che non mi aspettavo a questoputo della FF era ditrovareuna nuova fan! Ovviamente non si smette mai di imparare.
Grazie Wirda, sono felice che apprezzi la mia storia. :D


lo so arrivo smpr in ritardo :sospettoso: bhe meglio tardi che mai!! :cool:
-L'affetto per le persone è un lusso che ci si può permettere soltanto dopo aver eliminato tutti i nemici. Fino ad allora, chiunque tu ami sarà un ostacolo che ti priverà del coraggio e corromperà il tuo giudizio.-
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 46
Iscritto il: 5 marzo 2009, 0:00
Località: nella scuola di Charles Xavier XD XD XD
Sesso: Femmina

RE: Nayra- La Figlia del Male

da Nayra95 » 1 ottobre 2009, 16:24

Lasciami andare

<<La regina vuole vederti>>mi disse Chandra appena entrai al castello. La ragazza era ancor ain amatura, nera, a segnalare il lutto.
Anche gli arazzi del castello erano stati coperti con teli neri. Murtagh entrò un attimo dopo di me. Sembrò controllare la mia espressione, ma sapeva che non trapelava nulla. Dovevo essere forte, e tenermi tutto dentro.
Una rivelazione come la sua avrebbe sconvolto molti, sopratutto gli elfi. Anche io ci ero rimasta di sasso, ma ora dovevo sembrare triste, contrita e disperata. E ci sarei riuscita benissimo.
<<Che cosa vuole?>>domandai brusca. Non volevo vedere quella spocchiosa di Arthanya.
<<Non l'ha detto, ma ha fretta>>replicò il cavaliere, di ghiaccio.
Accidenti, certo che anche Chandra era simpatica come un cespuglio di ortiche dopo esserci caduti dentro.
Annuii, stancamente, capendo che quello che mi aspettava era un confronto lungo e difficile.
Dovevo buttare giù qualcosa, ma non c'era nulla da mangiare in giro. Sulle spine mi guardai attorno. Murtagh sembrò capire, e mi porse un cioccolatino fondente. Lo accettai con gratitudine, divorandolo, e incamminandomi verso lo studio della regina.
Busai cautamente, ma dall'interno non ci fu risposta.
Alchè entrai con aria stanca, e mi aspettava non solo Arthanya, ma anche Arya e Rosberian.
Riuscii a celare un sospiro.
Abbassai il capo. Sarebbe stata dura.
<<Sì?>>chiesi a bassa voce.
Fu Arthanya a rispondermi. <<Vattene da casa nostra. Qui hai già fatto abbastanza, hai sconvolto la mia vita, quella di Arya, di Rose, e della promessa di mio figlio>>disse lapidaria.
<<Hai portato scompiglio tra i cavalieri, tra i miei generali e nella mia corte. Glendwing e Ophelia si sono otratti al mio comando per seguirti, secondo loro sei un capo migliore di me>>rincarò inclemente.
Incassai il colpo, a denti stretti. Sentivo che la regina tratteneva a stento la sua rabbia.
<<Se Erbrow è morto, lo devo solo a te. Tu sei responsabile della sua morte quanto tuo fratello, che ha piantato la spada. Nulla di tutto questo sarebbe mai successo se tu non ti fossi intromessa nella nostra vita e non avessi fatto innamorare di te mio figlio. E ora lo hai ucciso>>disse ancora la regina.
Quelle parole mi pesarono e mi ferirono incredibilmente.
Strattenni un singhiozzo.
<<La pena per questo è la morte>>rincarò Rosberian, con voce gelida.
A quel puntonon ci vidi più. <<Ma secondo voi io volevo che accadesse?! No, perchè mi sembra un pò troppo dare a me la colpa per il suo assassinio quando ho cercato come potevo di salvarlo!>>dissi con cattiveria.
<<Sta' zitta>>sibilò Arya con rancore e rabbia.
Un secondo dopo parlò sua figlia. <<La pena è la morte, sì. Ma dato che ci hai aiutato a vincere questa battaglia e che hai ucciso tuo fratello, ti condannerò all'esilio. Non potrai mai più ritornare qui, se lo farai i miei elfi si sentiranno in dovere di ucciderti. Ma più la tua pianta violerà il sacro suolo di Vroengard o profanerà il nostro castello con la sua presenza>>.
Attesi la seconda parte, perchè sentivo che non era finita.
<<Sono in esilio anche quelli che ti hanno accompagnato: Murtagh, Chandra, Koraag, Castigo, Comarrew, e Glendwing e Ophelia che hanno deciso di seguirti comunque>>finì.
<<Non entrare mai più a Cahir Paravel, o ti ucciderò con le mie stesse mani>>minacciò Rosberian.
Arya fu la peggiore. <<Guardami negli occhi, Figlia del Male, voglio vederti in faccia>>ordinò.
Alzai il viso, con timore.
<<Vattene dalla nostra casa, e non ritornare mai più, nemmeno accompagnata dalla testa del tuo dannato padre, che la sua anima posa non trovare mai pace, e che il suo corpo possa gacere tra i vermi; tu e tutti quelli che ti hanno seguito, andatevene, e non tornate, se non per morire. Vattene, assassina di mio nipote>>.
Uscii senza dire nulla, troppo dispiaciuta e amareggiata. Stronze!! Tutte stronze!! Marcissero all'inferno, insieme a me e mio padre. Passai accanto a Murtagh e Chandra, ancora sotto l'arco di entrata intenti a parlottare tra loro. Mi fermai un attimo e li guardai, loro ricambiarono con occhi neutri.
Capii che sapevano già del loro destino.
<<Mi dispiace...non avrei mai voluto...>>tentai di dire, prima di ricevere un sonoro ceffone da Chandra.
Murtagh la trattenne. <<Prima che arrivassi tu la mia vita era perfetta! E ora per aver seguito quello che mi sembrava un buon capo devo andarmene insieme al mio drago e voi per mai più ritornre!>>disse con veleno.
Persi le staffe. <<Non è di certo colpa mia se per aver seguito la persona che vi ha portati alla vittoria poi vi causa l'esilio, semmai è colpa di una regina ingrata che non vede nulla se non quello che vuole vedere!>> le urlai, poi uscii. Scesi dalla lunghissima scala di marmo bianco, incazzata nera.
Volevo il conforto del mio drago, ora più che mai.
Koraag.
Un attimo dopo il predatore blu zaffiro camminava sulla spiaggia accanto a me.
Mi dispiace, dissi.
Non è colpa tua.
Sì, invece, avrei potuto impedire tutto questo.
Forse, ma ora non ti serve e nulla ripetertelo.
Attesi un attimo. Cosa devo fare?
Ascoltare.
Ci rimasi così. Ascoltare cosa?
Non li senti?
Cosa?
I sussurri.
Ah...sì...
E non ti dicono nulla?
Non capisco dove vogliono portarmi.
Ascolta meglio.

Dal mare si levò una brezza fresca, che mi avvolse con la sua melodia. Il vento cantava. Ed era un suono ancora più bello dei flauti suonati dagli elfi.
Lo sento...è trsiste.
Sì, cerca di capire dove ti porta.

Continuammo a camminare, sempre sospinti dal vento e dal suo canto.
Di colpo mi resi conto di essere davanti al promontotorio da cui avevo tentato di saltare.
Sali, t porto dall'altra parte, disse il drago, e io montai senza sella.
Fu un volo breve e piccolo, ma gustai ugualmente il piacere di volare.
Quando scendemmo Koraag mi guardò con grandi occhi blu viola, indagatori. Davvero è come dice lui?
Penso di sì. Non credo che mi mentirebbe.
Se è così tu devi andare.
Lo so, ma non posso lasciarti da solo.
Invece sì, non sarò solo.
Non voglio andarmene.
Ma hai qualcosa di più importante da fare laggiù.
E' vero anche questo.
Io andrò con Castigo e Comarrew da mio padre, Chandra e Murtagh ti accompagneranno.
Chandra mi odia. Preferirebbe sgozzarmi anzichè viaggiare con me, e Murtagh la seguirebbe ciecamente.
No, non è vero. Chandra è solo triste e arrabbiata con Arthanya, vedrai che Murtagh la farà ragionare.
Lo spero.
Eccoci
, dissi subito dopo, appena il vento smise di spirare.
Cosa ci sarebbe?il mio drago era perplesso.
Il vento veniva dal mare! realizzai, e capì anche lui.
Ci voltammo.
Nera, sullo sfondo del tramonto rosso, spicavva la figura imponenete e agile della Perla. Le vele erano ammainate, ma potevo capire che erano nere.
Dopo la battaglia era stata riparata, impeciata ed era di nuovo pronta per solcare l'oceano.
Guardai il sole al tramonto, e mi parve di vedere un lampo verde, che attraversava l'orizzonte.
L'orizzonte.
Il lampo verde.
Sì, ora sapevo che cosa fare.


scusate il ritardo con cui ho postato...ma c'è una maledizione che si chiama SCUOLA...anche se mi sto diertendo come una matta....
E ci scorderemo di quaggiù,
e del mare e del cielo,
e del mio sangue rapido alla guerra.
Di passi di ombre memori
Entro rossori di mattine nuove.

Si sta come d'autunno
sugli alberi
le foglie.
Avatar utente
Cavaliere Spadaccino
Cavaliere Spadaccino
 
Messaggi: 523
Iscritto il: 10 agosto 2009, 23:00
Località: Un luogo lontano, che si confonde tra le sabbie del deserto e i ghiacci del nord.
Sesso: Femmina

RE: Nayra- La Figlia del Male

da Tobia92 » 1 ottobre 2009, 16:48

Bel post, però è tristissimo!
Speravo che almeno Arya fosse intelligente! E invece non ha fatto niente per impedire a figlia e nipote di evitare di rovinarsi con le loro proprie mani! -_-
E adesso cosa succederà se gli amici di Rac'mif attaccheranno di nuovo Vroengard?
Continua presto, Narya! ;)
Tobia, fabbro

Un cavaliere è votato al coraggio,
La sua forza protegge i deboli,
La sua spada difende gli inermi,
La sua ira abbatte i malvagi,
Le sue parole dicono solo la verità!
[Dragonheart, l´Antico Codice]
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1967
Iscritto il: 28 ottobre 2008, 0:00
Località: Milano
Sesso: Maschio

RE: Nayra- La Figlia del Male

da Wyrda-Seithr » 1 ottobre 2009, 17:21

noo nn puoi fare cosi!! nn puoi nasconderci cosa le ha dtt murty!!!!!!!!!! -_- sei crudele terribilmente crudele<!!! mi stro scervellando x immaginarmi ualcosa ma la SCUOLA ha effetto anche su me quindi ho il cervello scollegto -_- :P
-L'affetto per le persone è un lusso che ci si può permettere soltanto dopo aver eliminato tutti i nemici. Fino ad allora, chiunque tu ami sarà un ostacolo che ti priverà del coraggio e corromperà il tuo giudizio.-
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 46
Iscritto il: 5 marzo 2009, 0:00
Località: nella scuola di Charles Xavier XD XD XD
Sesso: Femmina

RE: Nayra- La Figlia del Male

da Nayra95 » 1 ottobre 2009, 17:27

ahahahahahahahahahahaha!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! voi nn immaginate cosa il mio cervellino stia scervellando.....
rosberian ha fatto apposta a trattare così nayra, ....una maschera indossa ta per posarla e per indossarne un'altra che ha secondi fini.....

Wirda...certo che vi nascondo cosa le dice Murtagh...è troppo presto per rivelarvelo....cmq...GRAZIE!!!!!!!! è un bellissimo complimento!!! :D
E ci scorderemo di quaggiù,
e del mare e del cielo,
e del mio sangue rapido alla guerra.
Di passi di ombre memori
Entro rossori di mattine nuove.

Si sta come d'autunno
sugli alberi
le foglie.
Avatar utente
Cavaliere Spadaccino
Cavaliere Spadaccino
 
Messaggi: 523
Iscritto il: 10 agosto 2009, 23:00
Località: Un luogo lontano, che si confonde tra le sabbie del deserto e i ghiacci del nord.
Sesso: Femmina

Re: RE: Nayra- La Figlia del Male

da cochity » 1 ottobre 2009, 17:27

Tobia92 ha scritto:Bel post, però è tristissimo!
Speravo che almeno Arya fosse intelligente! E invece non ha fatto niente per impedire a figlia e nipote di evitare di rovinarsi con le loro proprie mani! -_-
E adesso cosa succederà se gli amici di Rac'mif attaccheranno di nuovo Vroengard?
Continua presto, Narya! ;)

toby,un elfa nn può essere intelligente...

continua!!
Immagine
Avatar utente
Capo dei Cavalieri
Capo dei Cavalieri
 
Messaggi: 5426
Iscritto il: 18 luglio 2008, 23:00
Località: nel Di Là,con la testa e il cuore,incatenata nel Di Qua con il corpo
Sesso: Femmina

RE: Nayra- La Figlia del Male

da duvrangrgata » 1 ottobre 2009, 19:11

ESILIO?????ESILIO??????OK ADESSO LE UCCIDO!POTEVO CAPIRE LA REGINA, PASSI ANKE LA SORELLA MA ARYA PROPIO NO!POSTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!
Immagine
Avatar utente
Maestro Shur'tugal
Maestro Shur'tugal
 
Messaggi: 2836
Iscritto il: 12 gennaio 2009, 0:00
Località: Nella California del 2019, a combattere la Better Living insieme ai miei amati Killjoys
Sesso: Femmina

RE: Nayra- La Figlia del Male

da Nayra95 » 10 ottobre 2009, 20:47

eccomi....vi prego umilmnte diperdoarmi....

Aiutami!
Mi precipitai negli appartamenti di Murtagh, sperando di non essere nuovamente schiaffeggiata da Chandra. Per fortuna, Murtagh era solo, che preparava i suoi bagagli. Mi fermai sulla soglia, incerta.
<<Entra pure>> mi disse il cavaliere, la voce stanca e un pò rassegnata.
Titubante, mossi passo nella stanza.
Il cavaliere continuò a darmi le spalle, rimanendo chiuso in un ostinato silenzio. Improvvisamente quell'assenza di suono mi pesò come un macigno, e mi abbandonai a piangere.
Quel pianto non aveva un preciso scopo, semplicemente era liberatorio e basta. Erp triste, mi sentivo in colpa, ero abbattuta, avevo bisogno d'aiuto.
Capii che dovevo essere io a parlare per prima.
<<Mi dispiace!>> dissi tutto d'un fiato.
Il cavaliere continuò iperterrito a fare i bagagli.
<<Non sai quanto mi dipiace, se lo avessi saputo mi sarei fatta da parte...avrei salvato Erbrow! Ti prego, se puoi perdonami. Non ho scuse, ti posso portare solo il mio rammarico, ma ti giuro che se potessi tornare indietro e scongiurare tutto questo, lo farei>>mormorai.
Il cavaliere si bloccò. Alzò la testa al soffito, poi si voltò verso di me.
<<Dov'è finito il tuo orgoglio, Nayra?>>.
Quella domanda mi sorprese. <<Non è il momento i essere orgogliosi. Ho trascinato in esilio delle persone innocenti per un mio colpo di testa. Non ho scuse>>ripetei.
Murtagh sorrise lievemente, un sorriso stanco e tirato.
<<Non è colpa tua, e lo sai>>.
<<Il senso di colpa rimane comunque>> ribattei.
Il cavaliere sorrise ancora, ma con più naturalezza di prima. <<Lo so. E' invitabile, ed è con te anche se cerchi di scaccialro. Non ci puoi fare nulla>>.
Stavolta sorrisi anche io. Gli ero davvero grata per essermi vicino.
Fu lui a continuare per me. <<Mi dispiace solo che dopo duecento anni di lontananza io debba tornare per essere subito dopo esiliato. Ma il mio posto non è in questa terra. Io devo essere dove sei tu, devo stare attento che tu non faccia cazzate, che tu non uccida quacuno che ci possa essere utile. Poi devo rimanere vicino a Chandra..adesso che lei...bè, sì...hai capito no?>> mi disse, diventando decisamente rosso verso la fine della frase.
Sentii chiaramente la mia mascella che si staccava dalla suasede, per cadere per terra. <<E' incinta?>> mormorai allibita.
Il cavaliere annuì, con un sorriso lieve, ma che espirmeva felicità da ogni poro. <<E' solo all'inizio>> disse a mo'di scuse, ma sempre con il sorriso stampato in faccia.
<<Sono felicissima per voi!>> dissi abbracciandolo forte. <<Vi auguro ogni felicità!>>.
Tornammo presto entrambi seri, e io compresi che non avrei potuto chiedergli aiuto.
<<Tu non sei venuta qui er nulla...>>disse il cavaliere, con il tono di chi la sapeva lunga.
Annuii, morficata.
<<Dimmi tutto>> disse solo.
Presi coraggio, e un grosso respiro. <<Sai quella storia che mi hai raccontato?>>.
Si irrigidì immediatamente, ma fece cenno di proseguire.
<<Ecco. Ho un piano. E voglio andare laggiù. Ti volevo chiedere se saresti disposto ad aiutarmi, ancora, malgrado tuti i guai che ti ho causato...>>.
<<Vuoi che vada a chiamare Glendwing e Ophelia?>> chiese il caalire a sorpresa.
Rimasi sgomenta, se c'era qualcosa che non mi aspettavo era prorpio quella.
Il cavaliere annuì, come se rispondesse ai miei pensieri. <<L'ho detto a Chandra, e lei vuole andare. E' l'unico modo perchè la regina ragioni e le dia di nuvo il permesso di tornare a casa. Glendwing e Ophelia ti seguiranno fino in capo al mondo se glielo chiederai. Ruberemo la Perla>> disse con convinzione.
E ci scorderemo di quaggiù,
e del mare e del cielo,
e del mio sangue rapido alla guerra.
Di passi di ombre memori
Entro rossori di mattine nuove.

Si sta come d'autunno
sugli alberi
le foglie.
Avatar utente
Cavaliere Spadaccino
Cavaliere Spadaccino
 
Messaggi: 523
Iscritto il: 10 agosto 2009, 23:00
Località: Un luogo lontano, che si confonde tra le sabbie del deserto e i ghiacci del nord.
Sesso: Femmina

RE: Nayra- La Figlia del Male

da Wyrda-Seithr » 10 ottobre 2009, 23:18

che teneri!!! :)
cmq ci hai ftt aspettare trpp a lungo mi sa nn so se si può perdonare:: :sospettoso: :sospettoso: :sospettoso:
-L'affetto per le persone è un lusso che ci si può permettere soltanto dopo aver eliminato tutti i nemici. Fino ad allora, chiunque tu ami sarà un ostacolo che ti priverà del coraggio e corromperà il tuo giudizio.-
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 46
Iscritto il: 5 marzo 2009, 0:00
Località: nella scuola di Charles Xavier XD XD XD
Sesso: Femmina

RE: Nayra- La Figlia del Male

da Tobia92 » 11 ottobre 2009, 9:19

Si perdona solo se sarai più regolare! (Senti chi parla! -_- Io non ho assolutamente idee per fare andare avanti le mie! Dannato blocco dello scrittore!)

Comunque questo piano mi piace!
AVANTI TUTTA!
Continua presto! ;)
Tobia, fabbro

Un cavaliere è votato al coraggio,
La sua forza protegge i deboli,
La sua spada difende gli inermi,
La sua ira abbatte i malvagi,
Le sue parole dicono solo la verità!
[Dragonheart, l´Antico Codice]
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1967
Iscritto il: 28 ottobre 2008, 0:00
Località: Milano
Sesso: Maschio

Re: RE: Nayra- La Figlia del Male

da Nayra95 » 11 ottobre 2009, 10:11

Tobia92 ha scritto:Si perdona solo se sarai più regolare! (Senti chi parla! -_- Io non ho assolutamente idee per fare andare avanti le mie! Dannato blocco dello scrittore!)

Comunque questo piano mi piace!
AVANTI TUTTA!
Continua presto! ;)


mi dispiace davverotanto! solo ke con la scuola non ne tempo nè idee! il liceo artistico mi prosciuga il cervello!!!! :wacko: :blink: :wacko: :blink: :wacko: :blink:
E ci scorderemo di quaggiù,
e del mare e del cielo,
e del mio sangue rapido alla guerra.
Di passi di ombre memori
Entro rossori di mattine nuove.

Si sta come d'autunno
sugli alberi
le foglie.
Avatar utente
Cavaliere Spadaccino
Cavaliere Spadaccino
 
Messaggi: 523
Iscritto il: 10 agosto 2009, 23:00
Località: Un luogo lontano, che si confonde tra le sabbie del deserto e i ghiacci del nord.
Sesso: Femmina

Re: RE: Nayra- La Figlia del Male

da cochity » 11 ottobre 2009, 10:59

Nayra95 ha scritto:
Tobia92 ha scritto:Si perdona solo se sarai più regolare! (Senti chi parla! -_- Io non ho assolutamente idee per fare andare avanti le mie! Dannato blocco dello scrittore!)

Comunque questo piano mi piace!
AVANTI TUTTA!
Continua presto! ;)


mi dispiace davverotanto! solo che con la scuola non ne tempo nè idee! il liceo artistico mi prosciuga il cervello!!!! :wacko: :blink: :wacko: :blink: :wacko: :blink:


vedremo se ti possiamo perdonare.... :sleep:
intanto...POSTA!!!XD
bentornata!!


ps.toby,x il blocco dello scrittore...fatti un giro in macchina!!nel senso fatti portare da qualche parte,osserva e pensa....
Immagine
Avatar utente
Capo dei Cavalieri
Capo dei Cavalieri
 
Messaggi: 5426
Iscritto il: 18 luglio 2008, 23:00
Località: nel Di Là,con la testa e il cuore,incatenata nel Di Qua con il corpo
Sesso: Femmina

RE: Nayra- La Figlia del Male

da duvrangrgata » 11 ottobre 2009, 11:56

um...vedremo se posti cn regolarità, poi ecideremo se perdonarti!posta!
Immagine
Avatar utente
Maestro Shur'tugal
Maestro Shur'tugal
 
Messaggi: 2836
Iscritto il: 12 gennaio 2009, 0:00
Località: Nella California del 2019, a combattere la Better Living insieme ai miei amati Killjoys
Sesso: Femmina

RE: Nayra- La Figlia del Male

da Nayra95 » 18 ottobre 2009, 21:04

eccomi..d'or ain avanti penso che posterò solo nel fine settimana...nn ho mai molto trempo. questo vale x Nayra..le altre vedo.

La Perla

Notte.
Il suono del mare sulla risacca.
Odore di salsedine.
Il cielo era senza luna.
Un momento perfetto per rubare una nave.
Li guardai. Murtagh, Chandra, Glendwing, Ophelia e i loro uomini, elfe ed elfi. Attendevano i miei ordini, nascosti all'ombra di uno scoglio, per procedere nel furto.
Eravamo calmi, sentivamo che tutto sarebbe filato liscio. Quelle persone avevano appena perso la loro casa, erano motivate a far andare tutto per il meglio.
Chandra non dava il minimo segno di turbamento, era gelida, posata e determinata. Il suo specchio era Murtagh, accanto a lei.
Avevo già salutato Koraag e gli altri draghi, e gli avevo detto di portare i miei saluti al re.
Scrutai ancora la superficie del mare, immobile come uno stagno, poi guardai in altre direzioni.
<<Glendwing-sussurai, e l'elfo dai capelli d'argento si avvicinò. <<Di' a uno dei tuoi di rimanere sulla spiaggia a sorvegliare le nostre cose. Quando avremo conquistato la nave gli manderemo una lancia per trasportare tutto a bordo>>.
Al mio ordine il generale fece schioccare le dita, e ripetendo il mio ordine a un giovaneelfo che si prodigò di prendete i nostri bagagli e metterli a sicuro nella fenditura di una roccia.
<<Ophelia, una delle tue elfe rimarrà qui nel caso ci fossero problemi>>. Cinquanta e cinquanta. Era il modo migliorew per non far supporre a qualcuno di loro di essere nelle mie grazie più dell'altro. Si dovevano aiutare a vicenda, così davo gli ordini in modo che nessuno dei due diventasse il mio vice, ma rimanessero alla pari. Quella che comandava ero solo io, e nessuno poteva avere più autorità su un altro.
Gli unici che ero tenuta ad ascoltare erano Murtagh e Chandra, che per la sua e la mia saluta era meglio che usasse Murtagh come messaggero.
<<Siamo pronti?>>mi chiese con impazienza e irritazione la donna dagli occhi viola.
La guardai con occhi assassini, però annuii, e scivolammo tutti in acqua.
Feci un incantesimo che mi avrebbe permesso di reapirare sotto la superficie, e mi immersi. Immediatamente il peso della spada Formalhaut si fece sentire, ma non fu tale da impedirmi di nuotare veloce come un pesce.
Quasi subito iniziarono ada avviancarci gli squali, e li ignorammo. Non erano troppo aggressivi, sopratutto dopo il banchetto di quelle tre terribili settimane di guerra.
Ci nuotarono accanto per un bel tratto e, mentre procedevamo verso il mare aperto se ne aggiunsero altri al corteo, fgirandoci intorno come avvoltoi.
Non mi piaceva che dei viscidi bestioni neri mi nuotassero intorno. Sopratutto se cercavano di mangiarmi.
Ci fu un attimo di inquietudine quando uno degli animali attaccò un elfo, che fu più veloce e lo uccise senza tanti complimenti.
Dopo una lunga nuotata nell'acqua freddissima, arrivammo dove la cima che legava la Perla all'ancora fendeva l'acqua, scendendo in profondità, dove era ancorata la nave.
Feci un cenno con la mano, e mi misi un pugnale in bocca. Iniziai ad arrampicarmi per la cima spessa e grossa quanto un cerchio descritto dalle me mani.
Mnetre salivo, la cima ondeggiava sotto di me per i movimenti degli altri elfi, sentii una calma glaciale pervadermi nella mente, e scendere dove prima c'era il mio cuore. Sulla nave ci sarebbero stati stati almeno un centinaio di marinai fedelissimi della regina, quindi da uccidere.
Seppi che quello che mi aspettava sul ponte era una carneficina. Improvvisamente mi sentii invadere da qualcosa di familiare, ma che non sperimentavo da tempo. Una grande voglia di sangue, fresco appena versato, un dilagante ed intenso desiderio di uccidere che mi faceva accellerare il battito.
Uscii dall'acqua e repirai a pieni polmoni, sebbene non avessi bisogno d'ossigeno.
Continuai ad arrampicarmi lungo la fiancata, senza fare rumore, e uccidendo con lo sguardo qualcuno ogni volta che produceva un rumore che poteva essere sospetto.
Eravamo inferiori per numero, quindi potevamo contare sopratutto sulla sorpresa.
Mossi la lingua, e mi ferii con la lama del pugnale ricurvo che tenevo tra i denti.
Che stupida, mi dissi.
Sentii un pò il sapore del sangue, ma nulla di che.
Arrivai in cima, e mollai la cima per aggrapparmi più saldamente alla balaustra. Un rapido salto e una capriola. Ero su ponte, e non c'era nessun segno d'allarme.
Mi guardai intorno, e capii troppo tardi quello che stava succedendo.
Due braccia forti mi presero da dietro, e tentarono di rompermi entrambe le clavicol,e cosa che sarebbe sicuramente riuscita al mio aggressore, se non mi fossi liberata con una testa. Spnsi il capo all'indietro con tutta la mia forza, e quando incontrai quello che supponevo essere in naso, un sonoro crac eruppe dalla testa dell'elfo, poi si accasciòal suolo.
Vedi Murtagh, Chandra e gli altri salire preoccupati dai movimenti della collutazione.
Guradai l'elfo e mi accorsi che il colpo da me inferto aveva rotto il setto nasale dell'elfo, e l'osso aveva forato il cervello. Mi sentii invadere da un piccolo piccolo senso di colpa, hce scacciai senza tanti complessi.
Avevo imparato a uccidere da bambina, sapevo come ignorare la morte e abituarsi a uccidere, e lo facevo senza nemmeno tanti scrupoli.
Murtagh mi tirò per un braccio, e mi trovai faccia a faccia con Chandra e il cavaliere rosso.
<<C'è troppa calma>>sibilò Chandra, con irritazione.
Murtagh si limitò ad annuire.
Mi guardai intorno con ansia, vedendo il ponte deserto, quando avrebbero dovuto esserci almeno un centinaio di elfi. Annuii, sentendo la tensione crescere.
<<Generali:mandate una parte dei vostri in perlustrazione sotto coperta. Voglio sapere dove sono i soldati>> sibilai contrariata dalla piega che aveva preso la situazione.
I due si inchinarono, e sparirono insieme ad altri nella scaletta che conduceva sortto coperta.
Mnetre aspettavamo, e sentivamo rumori strani e sommessi, presi a giocherellare con il pugnale, lanciandolo in aria e riprendendolo per l'elsa. Iniziai a camminare avanti e indietro.
Nayra, calmati, hai afforntato di peggio, mi dissi. Pensa ad Erbrow:fai questo per lui, sei all'inizio e la strada è ancoralunga, ma ci arriverai in fondo.
E i minuti continuavano a passare con assidua lentezza, e i due generali non tornavano. Respiarai pù volte cercando di calmarmi, vedendo l'espressone neutra dei due cavalieri davanti a me, che non tradiava alcun accenno d'ansia. Sapevo che la loro era solo una maschera, ma io non riuscivo a fingere di non preoccuparmi mentre due generali che avevano scelto di essere esiliati per seguirmi, erano a perlustrare una nave in cui non c'era anima viva.
L'unico elfo nemico che avevamo trovato era sul tavoltato del ponte con il cervello trapassato dall'osso del suo stesso naso.
<<Nayra, calmati e smettila di camminare. Sono quindici minuti che fai così, tra poco ci verrà il solco>> disse Murtagh con un labile sorriso in volto.
Lo fulminai, acida. <<Ma quanto ci mettono?>> battei il piede a terra.
<<La nave è grande, principessa>> disse Chandra, pronunciando il titolo nobiliare come se fosse un insulto.
<<Lo so. L'ho esplorata da cima a fondo, prima della battaglia, e so com'è fatta>>replicai con fredda cortesia.
Murtagh intervenne per salvaguardare alla nostra vita, e a quella del piccolo nel grembo del cavaliere. <<Adesso arriveranno, state tranquille e non scannatevi, gatte selvatiche>>disse calmando gli animi.
Era molto autoriatario, ma faceva sentire la sua voce ferma solo quando ce n'era bisogno.
Annuii, tornanto a passeggiare per il ponte.
D'un tratto dalla scaletta arrivò un brusio e dei colpi cupi.
Gli uomini di Glendwing e Ophelia uscirono seguiti dai due generali, tenendo ben stretta una figuara che si dimenava come impazzita.
Gli elfi gettarono sul legno la creatura sul ponte, che aveva le mani legate dietro la schiena. Non riuscii a scorgerne il volto, anche perchè appena toccò terra si alzò di scatto, volteggiando in aria e piantrandomi una ginocchiata nello sterno, così velocemente che non riuscii ad evitarla.
Il pugnale mi cadde di mano, e la figuara, più rapida di tutti gli elfi, pestò il pmolo con il piede, e lo prese in bocca agguantandolo per l'elsa, poi si slegò le mani.
Tutto questo in un battito di ciglia.
Mi rialzai prontamente, ma solo per fare appena in tempo ad abbassai per evitare un calcio volante che mi avrebbe di certo spezzato il collo. Mi appiattii, e tirai un pugno nello stomaco all'aggressore, che barcollò, poi cadde a terra dopo che ebbi roteato su me stessa, colpendola con un calcio alla clavicola.
Prima che potesse riprendersi le sguasciai dietro, e le presi i polsi, tirlandoli dal basso dietro le spalle, provocando un dolore sufficiente ad immobilizzarla.
<<Murtagh, togliele il cappuccio che ha sul viso!>>ansimai, nello sforzo di tenr ferma quella che, ormai lo avevo capito, era un'elfa, che si dimenava cencando di darmi testate come se fosse stata un ariete.
Il cavaliere rosso tolse lenetamnet il capuccio che ne celava i linamenti, e quando l'ebbe fatto, sul ponte cadde il silenzio.
Murtagh lasciò cadere il cappuccio, guardando a bocca aperta qualcuno che io non riuscivo a vedere bene in faccia.
<<Ora volete lasciarmi andare? Principessa Nayra di Rac'mif? O devo chiedere ai miei uomini di liberarmi?>>.
Riconobbi la voce.
Mollai la presa sui polsi, e Rosberian si alzò fluida in piedi, e guardò tutti i miei elfi. Quando, infine, i suoi occhi ghiacciati si posarono su di me in quell'indagine silanziosa, mi sentii gelare, messa a nudo, da una ragazzna che sapeva ben più di quanto non dicesse.
<<Trovi tanto strano che io sia qui, Pricipessa? Ti confesso che pensavo ci avresti messo meno, non è da te aspettare in faccende simili, sopratutto quando riguardano mio fratello>>.
Poi spostò gli occhi verso la spiaggia.
<<Ophelia, Glendwing, mandate una lancia a caricar e bagagli, poi salpiamo da questa maledettissima baia prima che mi madre si accorga che sono fuggita. Andiamo alle Porte dell'Orizzonte>>.
Subito gli elfi aspettarono, guardandomi, poi io lentament eannuii, alchè scattarono come molle, e il timoniere chiese:<<Che direzione?>>.
Rosberian guard un punto indefinito all'orzzonte, poi spostò gli occhi sul suo braccilae a forma di serpente, con due rubini al posto degli occhi. Lo comtemplò in silenzio.
<<Sud-sud-est. Fino a che non sorge il sole>>momorò guardandomi neglio occhi, pur essendo rivolta al timoniere.
E ci scorderemo di quaggiù,
e del mare e del cielo,
e del mio sangue rapido alla guerra.
Di passi di ombre memori
Entro rossori di mattine nuove.

Si sta come d'autunno
sugli alberi
le foglie.
Avatar utente
Cavaliere Spadaccino
Cavaliere Spadaccino
 
Messaggi: 523
Iscritto il: 10 agosto 2009, 23:00
Località: Un luogo lontano, che si confonde tra le sabbie del deserto e i ghiacci del nord.
Sesso: Femmina

PrecedenteProssimo

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron
CHIUDI
CLOSE