[HALLOWEEN CONTEST 2012] Senza Nome

Moderatori: Nonno-vor, mastermax, Saphira23, Daenerys, Wyarda, oromiscanneto, AnnaxD, Arya18, SkulblakaNuanen, blitz

[HALLOWEEN CONTEST 2012] Senza Nome

da mastermax » 9 novembre 2012, 21:12

Senza nome
Autore: Galbatorix99

Era nascosto dietro un cespuglio. La ragazza era stesa sul suo letto a vedersi un film. Erano le tre di notte del tredici ottobre; lei sarebbe stata la terza dopo Sara e Maria. Veronica, ecco qual era il nome della ragazza da lui scelta.

Veronica guardava un film di paura: Paranormal activity. Era notte fonda, i suoi genitori pensavano che lei stesse dormendo. All'improvviso sentì dei passi venire verso la sua stanza, uno alla volta: passi pesanti. La maniglia della stanza si mosse verso il basso ma la porta non si aprì.
“Apri!” disse la voce possente di suo padre.
Veronica senza indugiare andò ad aprire la porta al padre.
“Sai che ore sono? Sono le tre di notte! Domani devi andare a scuola, quindi spegni la televisione e fila a letto!”
“Ma....” provò a dire Veronica.
“Niente ma!” il suo papà prese e chiuse forte la porta.

Lui aveva osservato la scena con curiosità oscena. I genitori, non aveva calcolato i genitori.
“Piccolo dettaglio che può essere sistemato in poco tempo” pensò fra sé e sé.
Uscì dal suo nascondiglio temporaneo senza farsi vedere. La casa di Veronica era in aperta campagna, nessuno avrebbe sentito urla o cose varie: il luogo perfetto.
La casa era grande ma aveva un solo piano. La stanza dei genitori di Veronica era poco distante dalla stanza della figlia. Prese una pietra finta sotto la quale c'era un'incavatura con dentro una chiave, la prese ed aprì la porta principale.
La richiuse con estremo silenzio e si addentrò nella casa con passi lenti cercando di fare il minimo rumore. Finalmente entrò nella stanza dei genitori: la madre della ragazza dormiva con dolce inconsapevolezza. Prese il coltello che aveva fra cintura e pantaloni e alzò la mano al cielo, coltello in pugno. La madre aprì gli occhi, fece per urlare ma venne accoltellata prima che potesse emettere un suono. Una fontana di sangue uscì dalla gola della donna.

Veronica sentì un rumore di acqua che scorreva: si alzò dal letto per andare a vedere, entrò nel bagno e trovò il rubinetto aperto. Lo chiuse.
Toc. Un altro rumore proveniente dalla cucina. Veronica uscì dal bagno e andò in quella stanza. Un uomo era seduto sulla sedia.
Accese la luce.
L'uomo era sulla quarantina, capelli folti color castano scuro, occhi castani, con la barba. Era vestito con un completo nero, che però sembrava macchiato da una sostanza rossastra.
“Tu chi sei?” chiese Veronica.
“Una persona” disse con voce incredibilmente calma e profonda.
“Che cosa ci fai qui? In casa mia? Come sei entrato? Cos'è quella roba rossa che hai addosso?”
“Quante domande!"disse con voce divertita. "Be', vediamo... Allora, sono entrato in casa usando la vostra chiave di scorta, vi osservo da settimane, so tutto della vostra casa ormai. Che cosa ci faccio qui? Sono qui per ucciderti, e la cosa rossastra è il sangue dei tuoi genitori!”
“NOOO!” urlò disperata la ragazza.
Veronica in preda al panico scappò, entrò nella stanza dei suoi genitori e si trovò davanti ad uno spettacolo orribile: la stanza era piena di sangue, la testa di sua madre tagliata dal resto del corpo, senza occhi, strappati.
Il padre era steso sul letto ricoperto di sangue, anche lui con gli occhi strappati, ma aveva la gola tagliata, aperta e la trachea di fuori, lo stomaco aperto con le frattaglie di fuori.
“AAAAAH!” La ragazza urlò in preda al panico, corse via e sbatté contro qualcuno: la persona che aveva ucciso i suoi.
“Vai da qualche parte?” disse con un sorriso stampato in volto.
Urlò e lo colpì allo stomaco, l'uomo rise con follia.
Veronica scappò via, entrò nella sua stanza, chiuse la porta e si nascose sotto il letto.
Il telefono di Veronica, che era dentro la tasca del pigiama, incominciò a squillare e rispose subito:
“Pronto, chi è?” disse con le lacrime che le scorrevano sulla faccia come torrenti.
“Io” disse il maniaco.
“Perchè?! Perchè lo fai?” disse la ragazza distrutta.
“Perchè? Non c'è un perché, un giorno mi annoiavo e decisi di uccidere qualcuno! Ti sembrerà che io sia pazzo, ma la cosa è molto più semplice: la mia mente è fredda e calcolatrice e trovo nell'uccidere un gran piacere. Uccidere è la cosa più bella del mondo. ll prima fu una ragazza di nome Sara, la uccisi, la seconda fu Maria e tu, mia cara, sarai la terza!”
“Non capisco... Tu sei pazzo malato!”
“No! Non definirmi così! Io sono a posto! In fondo ognuno ha i suoi hobby e il mio è uccidere! Qual è il tuo?”
“Smettila! Non negarlo, tu sei malato!"
“Parla la manipolatrice! So che cosa fai, tu sfrutti le persone, le soggioghi e le fai diventare tue bambole! Ti ho osservata in questi tredici giorni, so tutto di te!”
“No, non è vero!” urlò disperata.

"Scioccaragazza ti sei appena condannata da sola" pensò.
“Se vuoi proprio un movente te ne do uno, la vita”
“La vita?”
“Sì, la vita. La vita ha senso solo se c'è la morte a darle fine, per cui ho dato senso alla vita dei tuoi genitori! Ahahahah comunque ti sei fregata poco fa!”
“Come?” chiese Veronica impaurita.
“Come?Non mi prendere in giro, poco fa hai urlato!”
La porta si splancò l'uomo entrò a passi pesanti, si chinò, le prese la caviglia e la tirò fuori da sotto il letto.
“Guarda il lato positivo! Ho dato senso alla tua vita! Ahahahahahahah!”
L'uomo rideva con la follia scintillante negli occhi.
Alzò il coltello al cielo e lo affondò nella sua carne,Veronica sussultò.
Il coltello veniva continuamente rigirato nel suo stomaco, poi lo estrasse e la colpì di nuovo ma stavolta girò la lama nell'intestino tenue. Un fiume di sangue usciva dal corpo della ragazza.
Con il coltello le aprì la pancia cacciando fuori le budella e tutti gli organi interni.

Lui guardò la ragazza morta, la faccia ricoperta di lacrime.
“Be', quasi quasi vado a farmi un caffè e poi me ne vado, spero abbiano il caffè, mi dispiacerebbe se non ci fosse.”
Avatar utente
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1182
Iscritto il: 17 marzo 2006, 1:00
Sesso: Maschio

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron
CHIUDI
CLOSE